Frequenza raccolta dati giornaliera

Spazio per discussioni su aspetti tecnici e tecnologici inerenti la PdL Captatori Informatici
Rispondi
ORARiccardo
Messaggi: 3
Iscritto il: mar gen 31, 2017 9:25 pm

Frequenza raccolta dati giornaliera

Messaggio da ORARiccardo » gio feb 02, 2017 11:00 am

Nella proposta di legge non sono riuscito a trovare alcun riferimento specifico alla quantità di dati che si possono raccogliere giornalmente. Questo aspetto è regolato da altre leggi già in vigore?

Se così non fosse, credo sarebbe opportuno imporre dei limiti di ore per la raccolta di dati: se pensiamo alle intercettazioni telefoniche, le ore giornaliere passate a fare chiamate sono spesso minori rispetto alle ore che passiamo su di un dispositivo digitale. Visto quindi il loro rapporto sproporzionato è necessario includere un totale massimo di ore giornaliere in cui è possibile mantenere il captatore attivo.

fpietrosanti
Messaggi: 2
Iscritto il: mar gen 31, 2017 5:11 pm

Re: Frequenza raccolta dati giornaliera

Messaggio da fpietrosanti » gio feb 02, 2017 4:28 pm

Non è stato considerato un limite sulla "quantità di dati", certo che è un tema interessante ma potrebbe essere un problema a determinarsi su valore di tipo assoluti.

Innanzitutto quando parliamo di captatore e dati dobbiamo separare:
- dati comunicativi (acquisibili a seconda di quali informazioni sono, una telefonica o una telematica sono diverse fra loro)
- dati non comunicativi (acquisibili tramite nuova fattispecie di osservazione da remoto, che è di fatto una perquisizione e sequestro e riguarda solo dati residenti)
- dati di posizionamento (acquisibili tramite autorizzazione al pedinamento)

Ovviamente ciascuno di questi tipi di dati ha fattispecie diverse, normalmente già regolamentate nei tempi e nei modi dai rispettivi articoli di codice di procedura penale.

A titolo di esempio interessante, se pensiamo a WhatsApp:
1. per acquisire file, messaggi conservati precedentemente all'installazione del captatore, serve un decreto di osservazione da remoto
2. per acquisire messaggi scambiati in tempo reale, serve un decreto di intercettazione telematica
3. per acquisire telefonate, serve un decreto di intercettazione telefonica

Che poi il software di fatto per acquisire "1 e 2" legga sempre il suo DB dove conserva i dati non significa niente, perchè quello che la PdL captatore limita è proprio "quale informazione puoi acquisire in funzione di quale autorizzazione".

Data questa articolazione, riuscire a dire in assoluto "quantità di ore" o "quantità di dati" potrebbe essere complicato, ma possiamo azzardare qualche ipotesi, sempre considerando quanto già indicato dal codice di procedura penale per le varie fattispecie.
ORARiccardo ha scritto:
gio feb 02, 2017 11:00 am
Nella proposta di legge non sono riuscito a trovare alcun riferimento specifico alla quantità di dati che si possono raccogliere giornalmente. Questo aspetto è regolato da altre leggi già in vigore?

Se così non fosse, credo sarebbe opportuno imporre dei limiti di ore per la raccolta di dati: se pensiamo alle intercettazioni telefoniche, le ore giornaliere passate a fare chiamate sono spesso minori rispetto alle ore che passiamo su di un dispositivo digitale. Visto quindi il loro rapporto sproporzionato è necessario includere un totale massimo di ore giornaliere in cui è possibile mantenere il captatore attivo.

Rispondi

Torna a “Aspetti Tecnici”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite